Linguine nere con ragù di orata e asparagi su crema di barbabietole e patate viola

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
linguine orata asparagi
linguine con ragù di orata ed asparagi

linguine nere con ragù di orata e asparagi

Difficoltà 

Media

 

Costo 

Medio

 

 

Tempo di preparazione 

60 minuti

 

Ingredienti per 2 persone

Per 2 persone 

1 orata da circa 600gr 

10 asparagi 

3 patate viola

2 barbabietole 

E profumi vari che indicherò nel procedimento 

 


Preparazione

 

Innanzitutto va sfilettata l'orata e con gli scarti e la parte finale degli asparagi, quella dura, fate un fumetto . Create un fondo di cottura con sedano, aglio, prezzemolo, cipolla, finocchietto, olio. Rosolate gli scarti , aggiungete un goccio di vino. Coprite con acqua e fate il vostro brodo. A fine cottura, filtratelo e tenetelo da parte. 

Per la crema 

Fate rosolare cipolla, aglio. Aggiungete piccoli pezzi di patate e barbabietola. Rosolate ed aggiungete acqua calda. Profumate con 1 ramo di rosmarino, finocchietto, 2 fette di limone non spremute. Fate ammorbidire e frullate.

 

In una padella mettete cipolla tritata, aglio. Fate stufare aggiungendo un mestolo di brodo. Mettete asparagi la parte tenere, l filetti a cubi di orata. Saltate, cuocete pochissimo. Toglieteli e tenete da parte. Nella stessa padella versate il brodo di orata in cui finirete di  cuocerela pasta tolta a metà cottura aiutandovi con l'acqua di cottura della pasta stessa. Componete il piatto e buon appetito 😋


"L'alta cucina non è una cosa per pavidi: bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l'impossibile, e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete: il vostro unico limite sia il vostro cuore! Quello che dico sempre è vero, chiunque può cucinare... ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi!"  (GUSTEAU)
Ratatouille
gusteau

logo masha chef

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA. NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO

  SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.

PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.